Anelli di patata e pecorino: i Gathulis

Ecco a te una ricetta sarda sarda e davvero gustosa. Alzi la mano il cuoco creativo che non ama le patate meglio se fritte e meglio se mescolate con del formaggio.

In effetti la ricetta dei Gathulis non si discosta molto da questo sogno succulento. Originaria dell’Ogliastra, pare che a confezionare questo piatto, di cui ti confesso ho sentito parlare solo questa estate, siano bravissimi a Villagrande Strisali.  dove per altro, in Agosto, organizzano una gustosissima sagra.

Chi

Gathulis, orrubiolus

Dove

Ogliastra

Quando

Durante le giornate di festa

Cosa

  • 700 gr di patate bianche;
  • 300 gr di formaggio fisciù (in sostituzione io ho usato il pecorino);
  • 350 gr di farina;
  • 350 gr di semola di grano duro;
  • olio evo qb;
  • sale.

Come

Dare vita al tuo primo gathulis è davvero un gioco da ragazze: metti a bollire le patate, scolare e privale della buccia quando ancora tiepide (occhio a non perderci i polpastrelli! Sono dannatamente calde).

Schiaccia le patate con una forchetta come se dovessi fare un purè e unisci il formaggio a piacere, ma senza esagerare, e sale. Amalgama bene il tutto e unisci la farina e la semola. Una volta ottenuto un impasto omogeneo lascialo riposare per una mezzoretta circa trascorsa la quale trasforma l’impasto in tanti vermicelli lunghi circa 10 cm che dovrai unire alle estremità formando una sorta di anellino.

Friggi ed il gioco è fatto!

Da servire caldi, ma pure freddi non sono mica da buttare via.

Leggende e curiosità

A Villagrande Strisaili ogni Agosto organizzano la sagra del Gathulis.

Leave a comment